INTERVENTI ED OPERE ATTE ALL’ADEGUAMENTO SISMICO NONCHÈ AL RECUPERO FUNZIONALE / ARCHITETTONICO DELLA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO “LIBERO ANDREOTTI” – SEDE DI ALBERGHI, VIA A. BOITO – AFFIDAMENTO INCARICO PROFESSIONALE INERENTE LA PROGETTAZIONE E LA DIREZIONE LAVORI DELLE NUOVE OPERE

LUOGO: Frazione di Alberghi, Pescia (PT)
TIPOLOGIA: Complesso scolastico
ANNO: 2018
STATO: Terminato
AMBITO: Ingegneria strutturale

La commessa ha riguardato la progettazione, la direzione lavori ed il coordinamento per la sicurezza dei lavori inerenti gli interventi di adeguamento sismico relativi alla scuola primaria e secondaria di primo grado “Libero Andreotti” situata nella frazione di Alberghi, nel Comune di Pescia. Il complesso scolastico è costituito da un insieme di fabbricati edificati in epoche differenti e strutturalmente connessi tra loro formando un’unica unità strutturale composta dalla scuola primaria di primo grado, dalla scuola secondaria di primo grado, dagli spogliatoi e refettorio e dalla palestra. Il complesso in cui è collocata la scuola elementare risale agli anni ’70, mentre quello che ospita la scuola media è di più recente edificazione; inoltre sono presenti strutture accessorie realizzate in epoche più attuali: una scala di emergenza esterna in acciaio, un corpo ascensore realizzato all’esterno ed una passerella in acciaio che collega i primi piani della scuola media.
In linea generale, il complesso presentava alcune carenze dovute alle modalità costruttive proprie del periodo di edificazione e a fenomeni propri di degrado del calcestruzzo. Erano presenti lesioni in corrispondenza dei punti di contatto dovuti ai normali assestamenti strutturali, e in corrispondenza delle pareti divisorie causate da un cedimento del solaio del primo piano della scuola media. Per quanto riguarda il degrado del calcestruzzo, erano presenti sporadici distacchi del copriferro in corrispondenza di alcuni pilastri esterni che hanno causato l’ossidazione delle barre di armatura. La struttura ha mostrato un insufficiente resistenza nei riguardi dell’azione sismica e l’assenza dei giunti strutturali comportava un’estrema irregolarità alla pianta che risultava penalizzante nei riguardi della risposta sismica del complesso. Si sono previsti ulteriori interventi di rinforzo che sono consistiti nella realizzazione di controventi metallici in modo da “scaricare” i pilastri dalle azioni orizzontali e riportare in fondazione le forze indotte dal sisma, e il rinforzo localizzato di travi e pilastri in c.a. con la realizzazione di incamiciature in c.a. con integrazione di armatura.


Torna ai progetti

PRIMA

DURANTE

DOPO