S.R. 222 CHIANTIGIANA – VARIANTE IN LOCALITÁ GRASSINA – TRATTO 1 PONTE A NICCHERI-GHIACCIAIA – PONTE ARGILLE

LUOGO: Comune di Bagno a Ripoli (FI)
TIPOLOGIA: Ponte
ANNO: 2021/2022
STATO: Terminato
AMBITO: Ingegneria strutturale, architettonica

La commessa riguarda la realizzazione di una variante al progetto esecutivo di due ponti da realizzare nell’area di Grassina situata nel Comune di Bagno a Ripoli, in provincia di Firenze. I ponti in oggetto sono il ponte a Niccheri ed il ponte sul fosso Argille, in cui per entrambi è prevista una modifica integrale della struttura d’impalcato. Per quanto riguarda il ponte a Niccheri, nel progetto esecutivo iniziale era prevista la realizzazione di un impalcato in sistema misto acciaio-calcestruzzo, nel quale le parti metalliche principali erano costituite da un cassone centrale e da profili a sbalzo saldati allo stesso, posti ad interasse di circa 4 m, era prevista una soletta in c.a. dello spessore di 25 cm gettata in opera su predalles autoportanti appoggiate alle piattabande del cassone e su profili metallici longitudinali. Nella variante si è prevista la realizzazione di un impalcato sempre realizzato in sezione mista acciaio c.l.s., nel quale le parti metalliche sono realizzate mediante due travi principali poste ad un interasse di 7,50 metri chiuse inferiormente da una controventatura realizzata con profili ad “L” accoppiati disposti a croce di sant’Andrea. La soletta superiore presenta uno spessore di 15 cm ed è gettata in opera su “coppelle” costitute da un piatto in acciaio tipo corten dello spessore di 6 mm ed irrigidite mediante tralicci elettrosaldati in acciaio B450C.I traversi, realizzati mediante sezioni a doppio “T” saldate, sono disposti ad un interasse tipico di 3,20 m. Per quanto riguarda il ponte sul fosso Argille, nel progetto esecutivo iniziale era prevista la realizzazione di un impalcato vincolato in semplice appoggio sulle due campate. La struttura portante era costituita da cinque travi prefabbricate precompresse a “V” tipo “Rivoli ALV 160/250” con sovrastante soletta collaborante in c.a. dello spessore di 25 cm. Nella variante è prevista la realizzazione di un impalcato prevedendo una sezione mista acciaio c.l.s., nel quale le parti metalliche sono realizzate mediante due travi principali composte saldate di altezza complessiva pari a 1800 mm e poste ad un interasse di 7,50 m, chiuse inferiormente da una controventatura realizzata con profili ad “L” accoppiati disposti a croce di sant’Andrea. La soletta superiore presenta uno spessore di 15 cm ed è gettata in opera su “coppelle” costitute da un piatto in acciaio tipo corten dello spessore di 6 mm ed irrigidite mediante tralicci elettrosaldati in acciaio B450C. I traversi, realizzati mediante sezioni a doppio “T” saldate, sono disposti ad un interasse tipico di 3,40 m. Lo schema statico è quello di tre continua su tre appoggi.

GALLERY